QUESTIONE DI STILE O DI PRESTAZIONI?

Posted in: Blog- ott 26, 2012 No Comments

Le performance di un serramento dipendono anche dalla posizione nella quale viene posato. Non esistono infinite possibilità: dalla tradizione all’innovazione gli alloggiamenti delle finestre sono due e incidono sull’estetica, sulle prestazione e… “sull’ordine domestico”

Spesso si sentono discutere progettisti e serramentisti o progettisti e impresa di costruzioni sul posizionamento del serramento rispetto allo spessore della muratura: in mazzetta o filo muro interno? Le motivazioni che portano alla scelta possono esserre molteplici, ma ruotano principalmente intorno a due temi: può essere una questione di stile o una questione di isolamento. Il serramento in mazzetta, quindi posizionato in mezzeria circa della muratura, è per intenderci la tipica finestra della tradizione, la finestra “alla lombarda” con gli sguinci inclinati molto pronunciati verso l’interno della casa. Questo alloggiamento favorisce la diffusione della luce all’innterno del locale e si adatta a diverse tipologie costruttive. Ma se pensiamo agli edifici più moderni, sempre più spesso caratterizati da pacchetti murari complessi, il serramento è situato sul filo della muratura interna. In questo modo si vengono a creare sulla facciata esterna degli sfondati in prossimità del foro finestra, molto accentuati, con degli effetti chiaroscurali decisamente efficaci, spesso risolti con degli imbotti metallici, con la funzione di una vera e propria cornice. L’effetto estetico dall’esterno è molto diverso, ma nel parco edilizio nazionale i posizionamenti convivono in perfetta armonia. 

Ma l’isolamento?

Gli edifici moderni sono molto performanti dal punti di vista dell’isolamento termico, soprattuto nel caso delle facciate ventilate. L?utilizzo corretto dei materiali isolanti e soluzioni costrutive adeguate migliorano indiscutibilmente le prestazioni di un edificio; ma su di esse influisce sensibilmente anche il posizionamento del serramento (oltre all’uso di un infisso molto performante ovviamante). Come si evince dalle termografie riportate nelle immagini A e B, il serramento in mazzetta mantiene i punti freddi in posizione più esterna rispetto allo spessore della muratura, con il risultato di un migliore isolamento termico. E’ comunque evidente che la differenza è minima e se, come dicevamo, gli infissi e i materiali utilizzati per la muratura rispettano alti strandard qualitativi, la questione da risolvere è il gusto del committente. Il suo gusto e i problemi quotidiani con i quali, in particolare la padrona di casa si troverà a scontrarsi. Perchè anche durante delle fasi delicate del cantiere non ci si può dimenticare dell’eventuale posa di tende interne. In questo caso è sicuramente meglio avere un serramento in mazzetta, che valorizza maggiormente sia l’infisso sia il tendaggio, evitando che la maniglia interferisca con la tenda. Potrebbe non sembrare un problema grave nel momento in cui ci si sta occupando di risolvere problematiche legate a ponti termici e isolamento, ma non c’è ninete da fare! Anche il miglior progettista di fronte alla signora Maria si deve arrendere.

Arch. Simone Colombo

No Responses to “QUESTIONE DI STILE O DI PRESTAZIONI?”

Leave a Reply